La piadina Romagnola

La piadina Romagnola

Bella, tonda, profumata... fantastica

Caratteristiche:

    ingredienti

    • Per Farcire:

    Indicazioni

    Share

    Ciao, oggi vorrei parlare della Piadina Romagnola, un piatto ricco e sfizioso.

    La piadina Romagnola nota con il nome più comune di Piada è una specialità dell’ Emilia Romagna viene di solito consumata piegata a metà e condita con svariati affettati e formaggi,

    Il 28 Novembre 2014 la Piadina Romagnola, arriva nello spazio con L’astronauta italiana Samantha Cristoforetti, la prima donna italiana nello spazio quindi che dire, la Piadina è un piatto spaziale e solo la fantasia limiterà le vostre ricette.

    (Visited 1.168 times, 1 visits today)
    Passo 1
    Segna come completo

    Versate tutti gli ingredienti in una ciotola.
    Regolate la quantità di acqua l’impasto dovrà essere sodo e lavorabile allo stesso tempo.
    Impastate bene per circa dieci minuti, infarinate la ciotola, coprite con un panno umido e fate
    riposare per mezz’ora.

    Passo 2
    Segna come completo

    Dividete l’impasto in 4 palline. Stendete con il mattarello infarinato, ricavando dischi di circa 3 mm per 24 cm; con una rotella tagliapasta dalla lama liscia aggiustate i bordi. Scaldate molto bene il testo in ghisa e cucinate velocemente
    le vostre piadine da en trambi i lati bucherellando la superficie. Condite con prosciutto crudo, rucola, pomodori e squaquerone e servite.

    precedente
    Marmellata d’arancia senza zucchero
    Il prossimo
    Vellutata di patate carote e sedano
    • 1.168 Visualizzazioni
    • 45 min
    • Per 4
    • Facile

    Condividi sul tuo social network:

    Oppure puoi semplicemente copiare e condividere questo URL

    ingredienti

    Regola porzioni:
    500 g Farina
    150 ml Acqua
    2 g Bicarbonato
    2 Cucchiaini Sale
    75 g Strutto
    Per Farcire:
    Prosciutto Crudo
    Squacquerone
    Rucola
    Pomodori

    Aggiungi questa ricetta ai segnalibri

    You need to login or register to bookmark/favorite this content.

    precedente
    Marmellata d’arancia senza zucchero
    Il prossimo
    Vellutata di patate carote e sedano

    Aggiungi il tuo commento